direttore artistico e musicale

Ivan Antonio

Nato a Salerno nel 1986, debutta a 24 anni dirigendo a Roma l'opera Madame Butterfly di G. Puccini. Da gennaio 2016 è direttore artistico e musicale dell'Orchestra Sinfonica di Salerno Claudio Abbado. Si è diplomato con il massimo dei voti in direzione d'orchestra al Conservatorio "G. Verdi" di Milano, in Musica applicata ai contesti multimediali e in Composizione presso il Conservatorio Statale di Musica “G. Martucci” di Salerno. Ha studiato composizione con Lucia Ronchetti, Raffaele Grimaldi e Massimo Botter e direzione d’orchestra con Nicola Hansalik Samale e Vittorio Parisi. Nel 2014 è stato allievo del Maestro Gianluigi Gelmetti presso la prestigiosa Accademia Musicale Chigiana e nel 2015 è stato scelto dal Maestro Daniele Gatti come allievo effettivo per la masterclass sulla Sinfonia n. 4 di G. Malher organizzata dal conservatorio G. Verdi di Milano e nella stessa occasione è stato selezionato per dirigere al concerto finale il preludio dell’atto terzo dei Maestri Cantori di Norimberga di R. Wagner.

 

Ha tenuto svariati concerti con il gruppo Diastema da lui fondato, dove ricopre il ruolo di direttore artistico ed autore. Con tale formazione ha vinto nel 2006 il premio “Mia Martini” di Bagnara Calabra (RC), nel 2007 l’Accademia di SanremoLab, unico concorso per accedere al Festival di Sanremo, e nel 2008 il Festival di Castrocaro Terme (FC). Inoltre è stato ideatore e coautore di progetti sperimentali sulla commistione di musica leggera e musica classica come “La Musica nel Cinema” e “The Best of Mina&Battisti”, riunendo i Diastema a gruppi corali ed orchestrali. Nel biennio 2009-2010 ha collaborato con il compositore Savio Riccardi per le musiche di “Elisa di Rivombrosa” e “Caterina e le sue figlie”, trasmesse sulle reti Mediaset; ha composto le musiche di scena per lo spettacolo “Il mondo di Giacomo Leopardi” rappresentato a Gorizia presso il Teatro G. Verdi. Inoltre nel 2011 ha composto le musiche per “Lp Via lontano” pubblicato e distribuito dalla VL Capital Building e le musiche per il cortometraggio “Festa Mobile” commissionato dalla BIT di Milano sulle tradizioni musicali sacre e profane della Campania. Tale lavoro per elettronica e orchestra risulta pubblicato per le Edizioni Gaia.

 

Alcuni suoi lavori orchestrali sono puntualmente presenti nelle stagioni concertistiche dell’Orchestra Sinfonica Ensemble Contemporaneo e dell’Orchestra Filarmonica Campana dove hanno riscosso ampi successi di critica e di pubblico, come Apokalipsys (2011) per soli, coro e orchestra, East Wind (2011) per orchestra, Eclissi (2012) per elettronica ed orchestra, Dorian Gray Ouverture (2012) e Amore e Psiche (2014) poema sinfonico per violino e orchestra.

 

Si è esibito in recital pianistici in vari teatri quali il Diana di Nocera Inferiore (Sa), il S. Alfonso M. De Liguori, La Locandina di Pagani (Sa) e il Teatro Marrucino di Chieti, proponendo programmi particolari strutturati su musiche originali di vario genere, dalla New Age al Jazz, con incursioni nella classica (In viaggio con Alice (2010) Boule de neige(2011) – Dorian Gray (2012). Ha collaborato artisticamente come maestro di palcoscenico alla prima esecuzione dell’opera Fichi d’India di Nicola Hansalick Samale. Nel 2011 ha debuttato come direttore d’orchestra dirigendo l’Orchestra Sinfonica Ensemble Contemporaneo per un ciclo di concerti su musiche di W. A. Mozart e L. Van Beethoven. Nel 2012 partecipa come direttore di coro all’evento “Da Venere a Bacco” organizzato dall’associazione Amici di Villa Calvanese di Castel San Giorgio (SA) per la messa in scena dell’Opera “La Traviata” di G. Verdi.

Nello stesso anno viene nominato dall’ Orchestra Sinfonica Ensemble Contemporaneo Composer in residence e direttore del Coro Collegium Vocale Salernitano. Per l’apertura della IV stagione concertistica Città di Pagani2012/13, gli viene commissionata l’ouverture per Coro e Orchestra “Dorian Gray”; eseguita in prima assoluta nella sala M. Ferrante del Circolo Unione di Pagani (Sa) e trasmessa in diretta dall’emittente “Radio Base”. Grazie all’ampio successo di critica l’ouverture viene replicata nella splendida cornice del Duomo di S. Andrea di Amalfi (Sa) e dell’ Abbazia Benedettina di Cava de Tirreni (Sa), rientrando così nel cartellone degli eventi “Grandi interpreti all’Abbazia”organizzato e promosso dalla Regione Campania e dalla Provincia di Salerno.

 

E’ particolarmente attivo nella composizione di musica per film e teatro. Ha composto ed eseguito per il “Festival Viviani d’impiego civile” le musiche per l’opera cinematografica di E. Guazzoni “Un amore selvaggio” film muto del 1912 con Raffaele e Luisella Viviani. Ha scritto le musiche di scena per la commedia in due atti di E. De Filippo “Li nepute de lu sinneco” e per i musical teatrali di T. B. Oliva “Un Natale da favola (2013)”, A Natale puoi (2014), Le figlie di Babbo Natale (2014) e Viaggio al polo nord (2015).

 

Dal 2013 al 2015 è stato direttore principale dell’Orchestra Filarmonica Campana e del Coro Collegium Vocale Salernitano per la stagioni concertistiche “Musica in Scena”, “Armonie del tempo” e “OFC in tour”. Nel 2015 ha diretto l’Orchestra Filarmonica di Benevento in occasione dell’evento internazionale “Bellissimo, Concerto per la pace” e per il “Concerto di Capodanno” al Teatro Bellini di Napoli. Dal 2016 è direttore artistico e musicale dell’Orchestra Sinfonica di Salerno Claudio Abbado, a capo di questa compagine artistica, con un progetto ampio e ambizioso, è impegnato nella diffusione della musica classica, sinfonica e lirica dal vivo. E’ docente di musica d’insieme presso il Liceo Musicale di Aosta e di pianoforte presso l'Accademia Vesuviana del Teatro di Ottaviano (Na).