storia dell'orchestra

L’orchestra Sinfonica di Salerno Claudio Abbado è la più giovane realtà salernitana, nata nel gennaio del 2016 dalla determinazione di Giovanni Di Lisa, con l’intento di sviluppare il progetto artistico attraverso il binomio di entusiasmo ed energia permettendo ai giovani talenti del territorio di esprimersi, emergere ed affermarsi nel mondo attraverso la musica. Inoltre, con molteplici inziative intende rafforzare il ruolo di promotore di attività volte a favorire e sostenere la conservazione e la crescita del patrimonio artistico - musicale, attraverso borse di studio e politiche di attrazione per i giovani musicisti al fine di valorizzarne e qualificarne le competenze e favorire il collegamento tra formazione e lavoro. Composta da circa 60 giovani orchestrali, l’OSSCA – è questo il suo acronimo – ha già tenuto diversi ed importanti concerti.

 

È stato il Teatro delle Arti di Salerno a far da battesimo alla prima ufficiale dell’orchestra, diretta dal M° Ivan Antonio, che per l’occasione ha eseguito la Sinfonia del Gugliemo Tell di Gioacchino Rossini e la Sinfonia n.5 in do min. op. 67 di Ludwig van Beethoven. L’OSSCA si è esibita anche all’Anfiteatro Romano di Avella, alla Villa Comunale di Taurano, a Monteforte, Rotondi, Visciano ed a S. Paolina nell’ambito del progetto promosso dalla Regione Campania e dalla Comunità Montana Partenio – Vallo di Lauro dal titolo “La Grande Musica”. Per i “Concerti d’estate di Villa Guariglia in tour”, il prestigioso festival giunto alla 19esima edizione, è stata chiamata ad eseguire la “Traviata” di G. Verdi; mentre all’Arena del Mare di Salerno ha debuttato con il “Barbiere di Siviglia” di G. Rossini. Entrambe le opere, firmate dalla regia di Riccardo Canessa, rientrano nel progetto “Io debutto” curato dall’Associazione Golden Benten Music. Grande successo di critica e di pubblico, con oltre 6000 spettatori il concerto “Viva La Musica 2016” presso il Gärten der Welt di Berlino.

 

Oltre al M° Ivan Antonio, che è direttore artistico e musicale, l’OSSCA è stata diretta dai Maestri Georgios Balatsinos, Elio Orciuolo, Massimo Santaniello e Stefano Salvatori. Inoltre ha collaborato con artisti di indiscussa fama internazionale come Francesco Malapena, Raul Alonso, Antonella De Chiara, Francesca Bruni, Elisa Balbo, Luigi Cirillo, Aurelia Macovei e Gennaro Cardaropoli.

 

La musica sinfonica (che è alla genesi della stessa Orchestra), la lirica, la musica leggera e quella contemporanea rappresentano per i musicisti dell’OSSCA quei territori dell’arte da dover esplorare per poi renderli vivi nota dopo nota in un susseguirsi di immagini che solo la musica d’insieme riesce a restituire.